Coop riapre il punto vendita a Corticella

Prodotti sfusi, a partire della prima  “casa dell’acqua” realizzata da Hera a Bologna, servizi e attività sociali utili: la nuova Coop Corticella come nuovo polo di aggregazione per il quartiere, dallo sportello CoopCiConto  fino ad “Ausilio per la spesa” e ad una sede per l’Arci e il presidio della “Croce del Navile”, che si aggiungono alla Scuola di cucina.
Sono alcune delle novità che oggi hanno accolto centinaia di persone che hanno affollato l’apertura del nuovo supermercato Coop di via Gorki a Corticella: inaugurato nel 1979 da Roberto Benigni, lo storico punto vendita di Coop Adriatica ha riaperto dopo una ristrutturazione che ne ha completamente trasformato la struttura e i servizi, adottando una formula innovativa.
Quello di via Gorki è il primo negozio Coop di Bologna in cui i consumatori possono rifornirsi ad una “casa dell’acqua” pubblica. L’erogatore, collocato all’ingresso del punto vendita, è stato realizzato da Coop Adriatica, insieme ad Hera e Adriatica Acque, in collaborazione con il Quartiere Navile, e consentirà consistenti risparmi ai consumatori, oltre a notevoli benefici per l’ambiente. L’acqua naturale del rubinetto, refrigerata, è distribuita gratuitamente, mentre la gassata ha un costo di 5 centesimi al litro. Oltre all’acqua, il supermercato offre ai clienti la possibilità di scegliere e acquistare altre 40 tipologie di prodotti sfusi come la pasta, il pane, la frutta secca, il cibo per animali e i detersivi, che questa mattina hanno riscosso grande apprezzamento da parte dei primi clienti. Ulteriore novità, oltre allo sportello di prestito sociale, l’ufficio di CoopCiConto, dedicato all’offerta di servizi assicurativi, bancari e finanziari. All’ingresso del punto vendita, in un’unica area, si trovano le linee del biologico Vivi Verde e le eccellenze gastronomiche di Fior Fiore, mentre nella piazza dell’ortofrutta un nebulizzatore  preserva la freschezza dei prodotti. Rinnovate anche le scaffalature, i banchi serviti della gastronomia, del pane, della e della macelleria, e quello della pescheria con le confezioni da asporto.
Nel nuovo supermercato trovano ampio spazio anche attività sociali e di aggregazione. Nel punto vendita ha sede il gruppo di “Ausilio per la spesa”, che conta circa 70 soci Coop volontari, e consegna a domicilio la spesa a un centinaio di famiglie in difficoltà; vicino alle casse si trova anche “Seminar libri”, la biblioteca  libera e gratuita per lo scambio di libri. Nell’area esterna al supermercato, nei prossimi mesi, troveranno spazio anche nuovi servizi e l’associazionismo locale: un polo culturale e aggregativo dell’Arci; una base operativa per la pubblica assistenza con un presidio del 118 della onlus “Croce del Navile”. Attività che si affiancano a quelle della scuola di cucina dell’associazione “Il mestolo e la ramina”, che si trasferisce a piano terra.
Fino al 31 ottobre a chi diventerà socio Coop verrà offerto un buono spesa del valore di 13 euro. Il negozio è aperto dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 20; il sabato dalle 8 alle 19.30, e dal 6 ottobre anche tutte le domeniche dalle 9 alle 13. I clienti potranno pagare la spesa in 5 casse fai da te e 4 tradizionali. Il punto vendita, di 1.100 metri quadrati, è stato profondamente rinnovato nel nuovo formato Coop, con colori e arredi coordinati tra i diversi servizi, pannelli informativi semplici e chiari, e sarà aperto anche la domenica mattina.